SEI IN > VIVERE LIGURIA > CRONACA
articolo

Imperia: Arrestato un membro di un’associazione criminale transnazionale finalizzata all’evasione dell’IVA in Germania

2' di lettura
52

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Imperia, coordinati dalla Procura Europea EPPO, hanno eseguito diverse perquisizioni dando esecuzione anche a un mandato di arresto europeo emesso dall’Autorità giudiziaria tedesca nei confronti di una cittadina tedesca domiciliata a Imperia appartenente a un’associazione per delinquere transnazionale finalizzata all’evasione di 33 milioni di euro di IVA.

L’attività si inquadra in una più ampia indagine, condotta dagli uffici tedeschi dell’European Public Prosecutor's Office (EPPO) e dall’Ufficio finanziario di Monaco di Baviera, nei confronti di sei indagati che avevano costituito, dall’inizio del 2022, un’associazione criminale transnazionale, operativa in diversi paesi europei tra cui l’Italia.

Dalle indagini svolte è emerso, infatti, che gli indagati, per il tramite di quattro società, operative in Germania e in Italia nel commercio di test antigenici per il Covid-19, avevano posto in essere una frode all’I.V.A. da 33 milioni di euro, perpetrata con lo schema della c.d. “frode carosello”.

In sostanza, la società avente sede a Imperia, con stabile organizzazione in Germania, acquistava la merce da società tedesche registrando fatture come cessioni intracomunitarie e quindi in esenzione di imposta, per poi rivenderla ad altre società, localizzate in Germania, con la conseguenza che, per dette società, si generava un credito IVA e il debito nei confronti della sua stabile organizzazione non veniva pagato al Tesoro tedesco.

L’operazione, che ha visto impiegati circa 20 finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Imperia nell’esecuzione di 8 perquisizioni in diverse abitazioni e uffici, si è conclusa con il sequestro di materiale informatico, documentazione amministrativo/contabile, di un SUV di grossa cilindrata e di 8 orologi di lusso dal rilevante valore economico e con l’arresto di uno dei membri dell’associazione a delinquere.

I finanzieri, inoltre, operando in stretta sinergia con il personale dell’Ufficio finanziario di Monaco di Baviera, nel corso delle perquisizioni hanno anche acquisito importanti informazioni utili alla localizzazione di un altro membro dell’organizzazione criminale, nel frattempo tornato in Germania, consentendogli di trarlo in arresto.

L’operazione, sviluppata facendo leva sulle peculiari funzioni di polizia economico-finanziaria, testimonia l’azione costante, propositiva e sinergica tra la Procura europea e la Guardia di Finanza nel contrasto alle grandi evasioni fiscali, in particolare in materia di frodi IVA intracomunitarie, garantendo efficacemente i proventi dell’evasione al fine di tutelare il corretto sviluppo dei mercati e delle imprese operanti nella legalità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook di Vivere Liguria .
Clicca QUI per trovare la pagina.




Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2024 alle 10:44 sul giornale del 30 maggio 2024 - 52 letture






qrcode