SEI IN > VIVERE LIGURIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Toti arrestato, suite a Montecarlo e massaggi: i 'regali' ricevuti dall'ad di Iren Signorini

2' di lettura
52

(Adnkronos) - Ci sarebbero anche soggiorni a Montecarlo, con annessi massaggi e trattamenti estetici, e fiches per giocare al casinò fra le ‘utilità’ offerte all’ex presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini, attuale ad di Iren, finito in carcere nell’ambito dell’inchiesta per corruzione che ha portato agli arresti domiciliari il governatore ligure Giovanni Toti.

 Secondo quanto emerso dall’indagine della procura di Genova condotta dalla Gdf, l’imprenditore Aldo Spinelli, già patron del Genova e del Livorno ora ai domiciliari, avrebbe procurato a Signorini, 22 soggiorni di lusso a Montecarlo presso l’Hotel de Paris di Montecarlo, per un totale di 42 notti, comprendenti anche giocate al casinò e servizi extra come servizi in camera, massaggi e trattamenti estetici, un posto tenda nella spiaggia della struttura alberghiera durante il periodo estivo e la partecipazione ad eventi esclusivi, come la finale del torneo internazionale di tennis 'Rolex Monte Carlo Masters' o serate a tema con annesso spettacolo musicale, riservate ai clienti più importanti del Casinò di Monte Carlo per un valore complessivo superiore a 42mila euro.  A Signorini, a fine 2021, sarebbero state offerte anche fiches per effettuare puntate al casinò di Montecarlo, una borsa Chanel, un bracciale d’oro marca Cartier da 7.200 euro, oltre a un incarco con retribuzione da 300.000 euro annui una volta terminato il mandato quale presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale. A fine 2022 l’imprenditore avrebbe offerto a Signorini la possibilità di disporre, durante un viaggio a Las Vegas, di un’elevata quantità di denaro, attingendo dalle disponibilità delle carte di credito di Aldo Spinelli. Dagli accertamenti della Gdf è emersa anche la consegna a Signorini di 15.000 euro in contanti nel luglio 2022.  Non solo. Mauro Vianello, imprenditore attivo nell’ambito del Porto di Genova, avrebbe dato a Signorini la disponibilità di un’autovettura di sua proprietà per raggiungere e rientrare da Montecarlo tra il 15 e il 18 aprile 2022, il pagamento della fattura dell’importo di 6.600 euro per l’organizzazione del banchetto nuziale della figlia, un Apple watch da 439 euro, un soggiorno nell’appartamento di proprietà di Vianello ad agosto 2022 messo a disposizione dall’imprenditore alla moglie e alla figlia di Signorini. 


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 07-05-2024 alle 13:21 sul giornale del 08 maggio 2024 - 52 letture






qrcode